LA VERITA' SULLO STRESS

 

La differenza tra aumentare la resilienza allo stress e sconfiggerlo.

Ormai è cosa nota: lo stress fa parte della nostra vita quotidiana, e dobbiamo imparare a convivere con questa idea.

Lo stress è stato definito “la piaga nera” della nostra epoca.

Ma siamo sicuri che sia proprio così?

Quello che noi comunemente definiamo stress è in realtà una risposta fisiologica da tempi ancestrali incorporata nel nostro organismo. Quando i nostri antenati si trovavano davanti a un animale feroce, lo tensione era tale da innescare il responso attacco o fuga.

In altri termini, più ossigeno nel sangue, più sangue ai muscoli e un rilascio di ormoni che potenziavano l’uomo, preparandolo a combattere o a fuggire.

Avete capito bene: lo stress è un’arma eccezionale che ha permesso ai nostri antenati di sopravvivere!

Ebbene, oggigiorno il nostro corpo è costantemente pronto ad affrontare una belva feroce travestita da capo esigente, da agenda fitta di impegni o da snervante trappola del traffico.

In questi casi, l’unica risorsa di cui abbiamo bisogno è la pazienza. Tanta pazienza. Da qui, il successo della meditazione della mindfulness negli ultimi anni.

Stiamo tralasciando però un dettaglio importante: il nostro corpo, pensando di essere sotto attacco, ha rilasciato glucosio nel sangue per rifornire i muscoli di energia.

Insomma, ci siamo preparati a correre per poi stare fermi, o a stagliare un colpo mortale contro una belva fatta di aria, lasciando inutilizzata la nostra energia.

Cosa fare allora?

La soluzione primaria non è rilassarsi, a differenza di quanto molti credono. Piuttosto, poichè il corpo ha prodotto energia, utilizziamola!

Sfruttiamola a nostro favore per cercare la massima performance in ciò che facciamo: che sia lavoro, sport, o altre attività quotidiane. Purchè implichino movimento!

Se non fate sport, trovate un’attività che vi piaccia, sia in palestra, piscina, all’aperto o a casa propria!

E la meditazione?

Io la ritengo uno strumento potentissimo per rilassare la mente e allo stesso tempo caricarla di energie, sia per aumentare la resilienza allo stress, sia per migliorare concentrazione, attenzione ed empatia.