Martina Amigoni


Riservatezza

    IL TUO COACH

    Come coach individuale, specialmente nella gestione dello stress, il mio obiettivo è duplice: aiutare le persone a prendere consapevolezza della causa dello stress e fornire strumenti e tecniche utili a gestirlo, a convincerci, o meglio a reagire razionalmente per vivere alla grande!

    Ruolo del coach è aiutare il coachee a riscoprire il suo potenziale, affinché raggiunga uno stato di benessere olistico: fisico e interiore; personale e professionale.

    E’ bene non confondere il Mental Coach o lo Stress Manager con la figura dello psicologo. Quest’ultimo infatti lavora in un’ottica di terapia, effettua diagnosi e mira ad apportare non solo un cambiamento, ma spesso una vera e propria guarigione. Il coach è invece una guida che motiva e spinge all’azione.

    Entrambe le figure professionali hanno la la missione di produrre un cambiamento, ma con una grande differenza. Lo psicologo è un dottore che cura il proprio paziente, cercando una soluzione definitiva al problema o disagio del cliente. Il coach è invece un “allenatore” del potenziale della persona, un motivatore e una guida. Il suo compito non è di fornire soluzioni né cure, ma consiste nel cercare strategie finalizzate a massimizzare le potenzialità del coachee e le probabilità che raggiunga il proprio obiettivo.

    Durante le sessioni individuali, è possibile che il coachee confidi fatti privati, sul piano personale o professionale. In questo caso, il rapporto richiede fiducia circa il mantenimento della privacy. In linea con ciò, assicuriamo la massima professionalità e riservatezza, nel mantenimento di ogni informazione e confidenza, che costituiscono segreto professionale.